• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

*
Su e giù per la cucina
come un monaco zen in edizione ridotta

un toast in una mano
una foglia di lattuga nell’altra

pretendendo di non sapere
il noto

sognando di trasformarmi
in ciò che sono

 

Agi Mishòl racconta uno spazio quotidiano raccolto, domestico, dove le porte invitano a entrare e non a uscire, è la poetessa del noto, del conosciuto. L’autrice infila versi come fossero collane e le sue perle sono una poltrona, il barattolo dello zucchero, il coltello, le federe, le mutande, il carrello dell’ipermercato. Un mondo poetico a portata di mano, a portata di poltrona perché “nella casa / tutto è raccolto”. Che sia una poltrona o un gradino, una sedia o altro, è il silenzio che invita a guardare, un silenzio condiviso con un amante – “Io e lui tocchiamo ormai la vetta del perfetto silenzio /muti per troppo essere esattamente noi” – o con altri umani – “ma la gente di casa respira come un gregge / dorme nelle sue stanze […]”, – o con un gatto: un silenzio che si interseca con gli eventi “una palma tergicristallo cancella dal parabrezza il cielo”. La poesia di Mishòl è il punto più lontano dall’autocommiserazione e dall’immagine femminile stereotipata, è al contrario è l’esibizione della propria identità e della propria scelta, dell’“essere esattamente noi”. È la poesia che guarda alle cose senza veli, senza illusioni “i miei occhi cacciatori già riposano / nelle nicchie del capo”, dove la realtà è capovolta e i versi puntano allo svelamento, al ribaltamento dell’usuale perché fare poesia è sognare di divenire ciò che si è. Potrebbe sembrare un gioco facile di parole, ma questo intimo e universale poetare altro che non è un integerrimo lavoro pe portare con la parola la realtà a trasformarsi, un ricamo su ferro.

Agi Mishol, Ricami su ferro, Giuntina, Firenze, 2017

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design