• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Narrativa nella categoria Manuale di sopravvivenza

Archivi per la Categoria: Manuale di sopravvivenza

E’ più importante vivere o sopravvivere? A questa domanda la prima risposta di tutti è: vivere. Perché vivere ci sembra più ricco, più bello, più gratificante che sopravvivere. Però, pensiamoci meglio. Noi ci impegniamo per sopravvivere quando il nostro vivere è messo in discussione, è minacciato; allora chiamiamo a raccolta tutte le nostre energie, tutta la nostra capacità, tutta la nostra intelligenza. Diciamo la verità: la serenità, la gioia, la sicurezza del nostro vivere, dipendono dalla volontà e dalla forza che sprigioniamo quando siamo messi alla prova del sopravvivere.

Mangiarsi la coda

Mangiarsi la coda

scritto da Susanna Garavaglia

“Sono stanca di vagabondare”, disse sul ciglio di un burrone. E si sedette nel qui ed ora del suo pensiero. Si disse che fino a quel momento forse si era dimenticata di pensare davvero, lasciando Leggi
Povera estate
Ogni povera è anche un po’ sfigata in quanto povera, e in quanto sfigata povera, una povera sfigata. E vivere estati di merda. Primo perché potrebbe fare le vacanze in salotto, dove è notoriame Leggi
Il sapore del viola

Il sapore del viola

scritto da Susanna Garavaglia

Quando si voltò vide che il mondo la stava guardando e le piacque, da tempo si era dimenticata la gioia di Mago Libero. E si mise a correre, intrecciando i suoi attimi con quelli dei bambini che la c Leggi
Stirando In teoria
In teoria, dato che piove anzi diluvia, potrebbe essere la mattina giusta per: ~ aprire il tavolo da stiro nel mio living arieggiato ~ prendere il ferro da stiro verde e appoggiarvelo sopra ~ mette Leggi
Parlo da sola
Certe volte, nelle abituali volte che sono da sola in casa, mi ritrovo a parlare ad alta voce in un flusso di pensiero che, quando mi sento e mi accorgo delle parole che escono da sole, mi sembra di e Leggi
All’improvviso

All’improvviso

scritto da Mariagrazia Garbarino

Non ci si accorge di invecchiare che quando si è già vecchi. Ieri ero giovane, piena di energia, di sogni, di entusiasmi. Oggi penso al passato e mi sembra così lontano, così sfocato che lo rico Leggi
Zenone e Parmenide
La vita è una, una sola, tuonò con autorevolezza e arroganza Parmenide. Tra chi lo stava a sentire qualcuno si alzò e si fece avanti. Con calma guardò gli ateniesi e i meteci che aveva davanti; Leggi
Una traversata
Ci eravamo seduti vicini. Non era stato possibile ignorarci. Il traghetto era pressoché vuoto, benché fossimo già al principio della bella stagione. Una corsa mattutina, di quelle che si scelgono q Leggi
Paola era diversa

Paola era diversa

scritto da Elena Pia Boni

Ero appena arrivata in una scuola nuova, ero giovane, viaggiavo con la mia Polo bianca sempre di corsa. Il figlio piccolo, la casa, mille speranze e già tante sconfitte. Non vedevo, non sentivo ragio Leggi
Vertigine
“(Non è nulla: sono qui: ci sono sempre)” Arthur Rimbaud   Ha sempre detestato l’ottovolante. Salire e scendere e poi risalire e poi ridiscendere, velocissimamente, la fa stare male Leggi
  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design