• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Narrativa nella categoria Poesia

Archivi per la Categoria: Poesia

Nella storia umana la poesia nasce prima della scrittura – è l’arte più nuda, ha bisogno solo di voce e parole. E’ fatta per entrare nella mente e restare nella memoria. Ha ritmo, assonanze, geometrie interne che si diramino nei recessi più profondi del cervello, e lì restino. E’ la più difficile, la più crudele: può essere solo perfetta, altrimenti è indelebilmente brutta. E nulla è più brutto di una brutta poesia. La poesia è poiesis, la poesia fa. E’ il fare. Disegna l’Universo e il pensiero. Senza poesia sarebbe il nulla.
C’è la bella notizia, però: la poesia è adattissima al web, per ragioni semplici quanto intrinseche. E’ sintetica, non si perde in sbavature e va al punto. Il ritmo che contiene trascina la lettura fino in fondo al testo. E’ quasi sempre breve: le canoniche poche righe di attenzione dei lettori nel web le bastano per dire tutto.

La speranza
La speranza fa così male anche a te? Ti si ficca come uno spunzone nel petto Nello stomaco - che blocca la emorragia – Ma se lo tolgono. Ma se lo tolgono muori. La speranza è un buco Leggi
Preghiera della sera
Fammi restare in silenzio concedimi di scendere in strada di camminare da solo senza ammalarmi, senza sudare tenendo l’angustia vicina alla gioia nelle tasche di un cappotto invernal Leggi
Anne Sexton e la poesia delle donne
CANZONE PER UNA SIGNORA Il giorno delle poppe e dei piccoli fianchi, la finestra butterata di pioggia cattiva, pioggia accattivante come un prete, folli e dementi ci accoppiammo accoccolate me Leggi
Gli amanti non lo sanno
Gli amanti non lo sanno ma il mondo cambia per amore. Sveste della sua arroganza il muro nudo a guardia di un confine aspetta l'impazienza di qualcuno che nottetempo scriva sulle pietre il no Leggi
Gabriella Leto e la poesia che osserva
Può essere bello lo stesso un mondo che non ha colore che si svigorisce che langue che indossa un vestito dismesso. Ma io vorrei ritrovare il verde mutante del mare il blu da parata d’onore Leggi
Assenze
Quel che ci separa finisce sempre per unirci. Il sasso, la siepe, l'oceano, l'infinito siderale, ogni prossimità è smentita per chi misura con il palmo della mano tra mignolo e pollice. Leggi
Agota Kristof e la poesia che registra
Ti aspettavo Ti aspettavo in fondo alla strada nella pioggia andavo a capo chino ti vedevo lo stesso ma non riuscivo a sfiorarti la mano Ti aspettavo su una panchina le ombre degli alberi ca Leggi
Rimìne 3 Torcicollo
Che male! Che fitte! Il collo mi duole. Un farmaco, presto! Qualcosa ci vuole: pomate, cerotti, analgesici vari... Chiamate un dottore, anche tra i più somari, che in fretta p Leggi
Malvolente sarcastico stomp
malumore malamare (non guardare non toccare non vedere non sentire) maledico maledici (dove l’odio ha le radici e la rabbia il suo fluire) malaffare malinteso (il giudizio sia sospeso la Leggi
Emily Dickinson – IO
Traduzione e commento di Giovanna Nuvoletti. Immagine e scelta musicale di Aglaja “Mi spaventa avere un Corpo - anche avere una Mente - totale - precario Possesso - Proprietà involontaria. P Leggi
  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design