• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Simona Ciccioni

Ritorno senza fine
  Notte fonda. Silenzio. Urla. E' la mia anima. Paura, dolore, sudore mi sveglio di colpo sei lì che mi guardi. Un viso sfocato di qualche anno fa. Sei tu. Ridi. Chiudo gli occhi, mi copro, non voglio. Ho paura, scappo. Sei vicino. Ti sento. Mi afferri le gambe, mi blocchi le braccia. Ho paura, vorrei fuggire. Non posso. Ti temo. Ti guardo. ll  viso nitido, poi confuso. Panico. Sei tu. Sei tornato a cercarmi. LEGGI
Consistenze
    Sarei esistita solo se tu mi avessi dato consistenza. Non esisto, questa è la verità. ... Sono un sogno fatto male, qualcosa in cui, se hai smesso di credere, non resta nulla     LEGGI
Storia di noi due
C'è sempre stato qualcosa tra noi due, qualcuno tra noi due. All' improvviso una tua immagine mi basta per capire dentro te il tempo che è passato. Mi specchio e scorgo uno sguardo colmo di malinconie. Vorrei riavvolgere il tempo per tornare là. Ai nostri vent' anni. Hai lasciato l' isola, tu? LEGGI
Cose
Quante cose dette e non dette. Buoni propositi nati dal nostro amore di ragazzi sinceri cresciuti insieme. Sorrisi diventati nel tempo bugie divenuti pesanti e noi lontani da come eravamo - lieti momenti custoditi nei ricordi. Chè ci sono viaggi fatti a ritroso montati e smontati forse anche un pò imbrogliati. Per dire cose che il tempo cancella ma che il cuore ancora non dimentica. LEGGI
Sentimenti di una balena d’ acciaio
Siete venuti fin qui ad ammirarmi eppure non sono più così bella. Niente più luci, suoni, voci. Piegata su me stessa mi mancano le forze, non riesco più a reggermi in piedi. A cosa vi serve una mia foto, a dire "io c'ero?" No, non eravate qui e non potrete mai sapere cosa provo e quanto male mi fa questa ferita. Cosa vuole da me questa gente, io non vi voglio! Spegnete tutte quelle luci che mi danno fastidio e, se avete ancora un briciolo di orgoglio, andate via e lasciatemi morir LEGGI
Buon anno!
Mi sveglio improvvisamente con il cuore che batte all'impazzata. Ho paura, faccio fatica a respirare e accendo la luce: ho mangiato troppo ieri sera oppure è lo stress accumulato in questo ultimo periodo? Mi rannicchio in un angolo del letto dicendomi di stare calma ma niente, lui continua a battere anzi è anche peggio. Ho paura. Mi alzo e mi faccio una camomilla.Abbondiamo, meglio due. Mi appello a tutti i santi compresi i miei e inizio con "questo non lo faccio più" per continuare co LEGGI
Piano 11,  Stanza 5
"Odo suoni ripetuti, ripetitivi. Su ogni porta un nome una storia. Piano 11. Stanza 5. La tua. Dagli occhi ti trapela la vita - dentro un corpo che dice il contrario. Ho varcato la porta dell' inferno dove lavorano angeli in camice. Ora, ho chiuso la porta alle mie spalle. Vigliacca, ringrazio Dio per esserne uscita. Altrettanto vigliacca, e senza dirmelo, odio Dio per averti portato via." LEGGI
L’ Appuntamento
Rinata. E' tornata la voglia di uscire, girare per la città scoprire scorci mai visti. Divorarla con gli occhi, comprare cose senza importanza. Mi affaccio: il sole è pallido, faccio un respiro profondo e sì, decido di uscire. Mi vesto in fretta, mi guardo attorno: la casa è un casino ma non importa. Rimando a domani. Il cellulare: lo guardo. Nessuna chiamata - nessun messaggio. Lo spengo: " E se telefonasse?", quasi volendolo riaccendere. Allo specchio, abbasso gli occhi e sorrido: LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design