• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Adriana Mulassano

Due ore la settimana all’Anonima Sportivi
  Sembra il titolo di un film di Lina Wertmüller prima maniera, invece è la nuova ricetta della borghesia americana infelice, stressata e dipendente da un buon numero di droghe reali e una quantità di manie, vizi e abitudini ossessive delle quali essere schiavi. Elencati di seguito non sembrano nemici sociali: sport, tablets, cellulari, jogging, ginnastica, cibo, gioco d’azzardo, televisione, shopping. Bene, queste innocenti evasioni, coltivate in modo compulsivo da chi è scontent LEGGI
Verde amaro
  Verde in faccia, verde in tavola, verde per lavare, per viaggiare, per dormire, per digerire; verde che previene, ringiovanisce, cura. Il business verde ha messo la quarta. Non c’è supermercato che non abbia l’angolo dove troneggiano pani, grissini, biscotti integrali, scaffali di tisane, scatole di farro da sostituire ai peccaminosi tortellini, sacchetti di orzo da bere al posto di quella bestia nera del caffè. Non c’è profumeria dove non siano allineati in bell’ordine sh LEGGI
Bentornata consistenza
Nella hit parade delle parole più usate degli ultimi vent’anni c’è Immagine. «Fa immagine, la civiltà delle immagini, la cultura delle immagini, curo l’immagine, cerca un’immagine, quel che conta è l’immagine». E si potrebbe continuare per un pezzo. Per la serie scurdammece ‘o passato. Ma il passato ci serve per capire al volo quanto, in tutto questo tempo, ci sia mancata la parola consistenza. Sennò che senso avrebbe avuto l’aggrapparsi all’immagine e l’inseguire acri LEGGI
Un regalo a noi stessi
«Guarda, io non soffro di nevrosi, ma come si avvicina Natale non c’è anno che non mi pigli la sindrome da regalo.» «Chissà perché uno si deve spremere a fare i regali proprio a Natale: tutto costa più caro, si comprano un sacco di schifezze di dubbia utilità e incerto valore…» Tant’è: la radice religiosa e ancestrale del simbolico dono dei Magi, più la violenza consumistica, ben difficilmente fanno desistere i donatori dal sentirsi in obbligo e i destinatari dal lamentarsi. A LEGGI
Solo per i tuoi occhi
  «Io mi vesto solo per me stessa». «Non tollero che un uomo sindachi le scelte del mio guardaroba». Oppure: «Beata te, che puoi portare quei bei pantalonacci. Non sai il mio Antonio, quando me li ha visti addosso mi ha intimato di buttarli, perché si vergognava di uscire con la brutta copia di una ballerina da avanspettacolo». Come sempre, estremizziamo: se è presuntuoso e stupidamente provocatorio l’atteggiamento della perseguitata dalla moda, che fa suo qualunque travest LEGGI
Moda aggressiva? Ma le donne non scherzano
La televisione? Un distillato di aggressività. La lite col fidanzato? Un modo per aggredire. ”L’aggressività la ritrova nei salotti; sai, in famiglia è così frustrata!”. "Per fortuna sfoga l’aggressività nel modo di vestire... capirai, con quel fisico infelice, se si mette addosso delle cose normali è un mostro." Non si può certo negare che la nostra sia un’epoca in cui di aggressività si parla, nella quale di aggressività si vive, nella quale l’aggressività si subisce e LEGGI
Ma Michelle non è Jacqueline
La vittoria di Barack Obama alle presidenziali americane è sicuramente un evento storico. Di più, con l’elezione del senatore di Chicago, l’America ci ha dato per una volta ancora una bella lezione di democrazia, mettendo il mondo in condizioni di sperare, cambiare, progredire al passo del programma del nuovo presidente. Che, detto per inciso, ha dalla sua anche la chance di essere smart, good looking, allievo di Harvard, giovanissimo per la carica che ricopre, pieno di verve e vigoria. E LEGGI
La degenerazione del Jeans
Camminare fa bene alla salute. Per la circolazione senz’altro e anche per le ossa. Dicono i medici che abbia pure un effetto benefico sul colesterolo. Molto meno giova al senso estetico di chi, come me, macina chilometri per la salute e, volontariamente priva di automobile, frequenta sistematicamente i mezzi pubblici. Dunque, come non accorgersi e non essere feriti nei neuroni del buon gusto dalla degenerazione del jeans, cioè dell’indumento che accompagna la vita di 70 persone su cento? E LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design