• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Costanza Firrao - Giuliana Maldini

The wife – vivere nell’ombra
Una donna dietro le quinte di Costanza Firrao 1992: Joe e Johan sono una vecchia coppia affiatata, vivono nel Connecticut, stanno insieme da 40 anni, hanno due figli e conducono una vita agiata. Joe, professore universitario e scrittore di successo, viene insignito del Nobel per la letteratura. Il regista svedese Björn Runge ambienta il suo film nella cornice surreale e maestosa dell'Accademia di Stoccolma: faticosi protocolli da osservare, via vai di giornalisti e paparazzi che interv LEGGI
Una storia senza nome
Ciascuno ha il suo doppio  di Costanza Firrao Regista teatrale e cinematografico, scrittore, Roberto Andò è innanzitutto uno studioso e intellettuale siciliano. Tra i suoi maestri Leonardo Sciascia, Francesco Rosi, Federico Fellini e Giuseppe Tornatore. Come in "Viva la libertà" (2013), il regista palermitano torna a parlare del "doppio" anche nel suo ultimo lungometraggio, "Una storia senza nome". Lì c'era la storia di due fratelli gemelli, qui ogni personaggio e situazione ha il su LEGGI
Un affare di famiglia
 La famiglia non si sceglie di Costanza Firrao La famiglia, per definizione, non si sceglie. E se invece ci fosse data la facoltà di sceglierla? In questa frase si racchiude il senso dell'ultimo film di Kore'eda Hirokazu, che di nuclei famigliari e delle dinamiche al loro interno è da sempre un acuto osservatore. A partire dai titoli "Father and son" (2014), "Little sister" (2016), "Ritratto di famiglia con tempesta" (2017), il regista giapponese racconta storie di genitori e figli LEGGI
Wajib – Invito al matrimonio
Padre e figlio di Giuliana Maldini Il cinema più ancora dei libri ci fa entrare direttamente in mondi a noi lontani perché se i libri lasciano più spazio all’immaginazione, nei film scopriamo meglio certe quotidianità attraverso ambienti e paesaggi. Qui siamo nella città di Nazareth che viene attraversata in lungo e in largo da un padre e un figlio, sia mentre sono in automobile sia quando sostano nelle case di amici e parenti. Anche noi spettatori ci troviamo a osservare questa citt LEGGI
La casa sul mare
Come eravamo di Costanza Firrao Tre fratelli, Angèle, Joseph e Armand, si ritrovano nella casa di famiglia, a Mèjane, una calanca vicino Marsiglia. Tutti insieme, dopo vent’anni, per un ultimo saluto al vecchio padre sopravvissuto a stento all’ictus che lo ha colpito. La casa, che dà su uno splendido scorcio di mare, è una delle poche a essere abitate da persone del luogo. Tutt'intorno, serrande e porte sprangate, un posto animato solo d'estate. Nel piccolo porto poche imbarc LEGGI
Un sogno chiamato Florida
Thelma e Louise in miniatura di Costanza Firrao Disneyland è a due passi e tutta la zona brulica di turisti, fast food, negozi che vendono paccottiglia. Moonie, Scootie e Jancey sono tre bambinetti intorno ai 6 anni che nonostante la tenera età, vivono in modo indipendente, sempre in giro per conto loro a combinarne una più del diavolo. Le mamme o le nonne - i padri sono assenti o quasi - lavoricchiano in nero, chi fa la cameriera in un bar, chi arrotonda facendo una sveltina o vendendo LEGGI
Due riflessioni sull’ultimo Polanski
Collezionista di incubi di Costanza Firrao Delphine è una scrittrice di romanzi: l'ultimo, che s'ispira alla vera e drammatica storia di sua madre, ottiene uno straordinario successo.Tra le decine e decine di lettori che affollano la libreria in attesa di un autografo, c'è una giovane donna che attira la curiosità dell'autrice. Lei/Elle - questo il suo nome - lavora nel campo dell'editoria e si offre di aiutare Delphine, soprattutto quando alcune lettere anonime vengono a turbare l'eq LEGGI
The Party, due recensioni
Un ritmo dinamico e incalzante di Giuliana Maldini Ogni volta che si parla di film è sorprendente constatare quanto siamo tutti diversi: per esempio “The party” a me è piaciuto moltissimo e invece scopro che per altri non è stato così. Mi è piaciuto proprio perché esagerato, feroce, con un ritmo dinamico e incalzante. Mi è piaciuto perché si svolge tutto in una stanza (amo le storie con impianti teatrali dove prevale un dialogo serrato). Proprio per la vicenda claustro LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design