• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Diego C. DelaVega

Cripto…. monetine
Criptovalute. Cosa sono? Non lo so, però l’argomento mi ha incuriosito da quando, nello spam dell’email, tra offerte di viagra, matrimoni con bionde ragazze ucraìne e allungamenti miracolosi, si sono fatte insistenti le proposte di investimenti in Bitcoin, la criptovaluta per antonomasia. Ho odiato il greco e il latino ma, quando anche le cartine del Trivial Pursuit mi abbandonano nel mare dell’ignoranza, ricorro all’etimologia come salvagente della mia cultura fittizia. Vediamo. Crip LEGGI
Melting pot
Mia nonna materna era straniera, molto straniera e anche molto meridionale. Così meridionale che persino il suo consorte, siciliano di Lentini, tra i più meridionali di noi, poteva dirsi al suo confronto nordico più nordico dei nordici. Mia nonna nacque vicino a montagne altissime, sotto altre stelle di un cielo diverso dal mio, in un continente lontano e davanti a un mare così distante che per arrivarci non basta superare le Colonne d'Ercole ma, con più coraggio di Ulisse, bisogna o LEGGI
Non lo diceva Neruda
Da anni, con la stessa infettività virale dei melensi aforismi di Coelho, circolano in rete tre, ormai celebri, falsi poemi di Pablo Neruda: Lentamente muere, Queda prohibido e Nunca te quejes. Non fidatevi nemmeno dei titoli. Si incontrano tradotti in diversi modi e, in italiano, probabilmente li conoscete come "Lentamente muore", "È proibito" e "Non incolpare nessuno". La diffusione è tale che, per fare chiarezza, è intervenuta, in veste di debunker, la “Fundación Pablo Neruda” (u LEGGI
Il prodigio Von Karajan
Heribert Ritter von Karajan detto Herbert, Salzburg, 5 aprile 1908 – Anif, 16 luglio 1989. Alla sua morte il New York Times, dimenticandosi di Toscanini, scrisse: “probably the world's best-known conductor ” [probabilmente il più famoso direttore d'orchestra del mondo]. Herbert von Karajan,come spesso accade per i grandi interpreti, ebbe genitori musicisti dilettanti. Intendiamoci, nella Mitteleuropa essere “dilettante” non è dispregiativo, la musica da quelle parti è una cosa seria LEGGI
Leggende vs Bufale
C’era una volta la Leggenda Metropolitana. Queste storie arrivavano tutte da mio cugino; erano curiose, fantastiche, assolutamente incredibili e analogiche ma non facevano male a nessuno. Ora siamo inseguiti, quotidianamente, da una massa di Bufale inferocite, sempre sul filo della credibilità e informatizzate per correre meglio sui social. Seminano odio e malcontento facendo leva sui peggiori sentimenti delle persone. Trovano facile terreno nella politica, nel malgoverno, nell’odio v LEGGI
Inni nazionali?
Francia o Portogallo? No, la finale degli Europei 2016, almeno per quanto riguarda gli inni nazionali, l’ha vinta la Germania. Dopo essere stati eliminati da due gol di Griezmann che potrebbero considerare un quasi connazionale, stando alle origini del cognome derivante dai vari Griessmann, Grießmann,ecc., i nostri rigorosi amici tedeschi serpeggeranno, ben camuffati, nello scontro finale tra La Marsellaise e A Portugueza. A Napoleone la Marsigliese non piaceva, ne fece sospendere l’u LEGGI

Il pianista sulla SLA

scritto da Diego C. Delavega

Il pianista sulla SLA
Bosso. Non lo conoscete? Su Google, sino a ieri, digitando Bosso+Musica vi avrebbero reindirizzato alla voce Buxus Sempervirens, ovvero un comune arbusto con cui in antichità si costruivano oboi, flauti e altri accessori per strumenti musicali. Se poi aveste approfondito la ricerca con le keywords Bosso+Malattie avreste scoperto i particolari funghi e insetti che gradiscono nutrirsi delle sue sempreverdi foglie. Da questa mattina, invece, per intercessione di San Remo, abbiamo scoperto sui mot LEGGI
€urominzione
Quando, dal nulla cosmico, fu creato l'euro, il primo grande problema dei greci riguardo alla nuova moneta fu il fatto che, nel loro idioma, euro significa urina. L'etimo è cosa greca, quindi si spiegava il senso del termine "liquidi" come sinonimo di denaro; tuttavia il problema era grave e in parte si risolse introducendo, su ogni banconota, la doppia scritta EURO-EYPΩ. Ripensandoci bene se una moneta la chiami urina, alla lunga, non la puoi rispettare: - Scusi signorina, quanto costano qu LEGGI

Biografia

Diego C. DelaVega

Diego C. de La Vega... la ex-moglie (l'ultima?) lo definisce: "un delinquenteeeee!". I più non lo reggono oltre gli 11 minuti ma per i pochi che sono riusciti ad essergli amici sopportando i suoi difetti: De la Vega è"una persona d'oro!". Vive tra Madrid e Genova. Quando era giovane si sentiva veCchio,ora che invecchia si sente ringiovanire e non promette niente di buono quest’affermazione. Ha svolto innumerevoli attività spaziando dalle altezze dell'arte sino alle bassezze del commercio al dettaglio. Enologo, musicista, mancato giurista, esperto d'arte contemporanea, informatico, baby-sitter perfetto. Adora la musica antica e quella di Philip Glass saltando a pie' pari tutto l'800 che trova vomitevole. Conosce le antiche tecniche di montaggio"a mano"di mobili svedesi, cuoco provetto, malato di balli latinoamericani, adora lo champagne; praticamente un uomo meraviglioso se non fosse per un piccolo difetto: volge tutte queste doti in armi letali per produrre catastrofi inimmaginabili pur non volendo! Per non farsi mancare nulla ora si è anche dato alla scrittura. DeLaVega condivide con il Campiello lo stesso rapporto che ha Stephen King con il Pulitzer: lo hanno vinto tutti tranne lui. DeLaVega si chiama Diego e non è uno scherzo cosi come è vero quanto detto sopra.

diegocdelavega@lri.it

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design