• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Solo parole esatte
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per categorie
Poesia
Venerdì in versi
Emily Dickinson
Critica poetica
Costumi
Manuale di sopravvivenza
Amore ma anche no
Cucina Intelligente
Viaggi
Sesso sesso
Attualità
Società
MediaWeb
Polis
Sport
Scienza
Editoriale
Scritture
Racconti
In 10 righe
Pensieri Letterari
Storia
La Redazione
Concorso letterario ellerì
Cultura
Cinema
Libri
Musica
Arte Arti
Teatro
Fotografia
Senza categoria
Immagini
{ "homeurl": "http://www.larivistaintelligente.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "block", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "auto", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 2, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": " Forse intendevi?", "defaultImage": "http://www.larivistaintelligente.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 1, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 1, "overridewpdefault": 1, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "left", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "bounceIn", "vresultanimation": "rollIn", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 1100, "iitemsHeight": 400, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "bounceIn", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }

La narrativa di Duccio Trombadori

La turbolenta vita della bella Maria
"…L’estate ci sorprese, piombando sullo Starnbergersee Con un rovescio di pioggia; ci fermammo sotto il colonnato, E avanzammo nel sole, nel Hofgarten, E bevemmo caffè, e parlammo per un’ora. 'Bin gar keine Russin, stamm’aus Litauen, echt deutsch' (non sono affatto russa, sono lituana, una vera tedesca). E da bimbi, quando si stava dall’arciduca Mio cugino, lui mi condusse fuori su una slitta E io presi uno spavento. Mi disse: Marie, Marie, tienti forte. E ce ne andammo giú. LEGGI
Il mio buon barbiere e lo scultore Mazzullo
Trovo appese nel salone del mio barbiere, un bugigattolo in Prati, tre disegni di nudo femminile, preziosi cammei che subito mi attraggono: ecco il sicuro segno di un artista, vibrante e autentico...mi avvicino, guardo la firma...non mi sbagliavo: è Giuseppe Mazzullo (1913-1988), eccellente scultore siciliano emerso a Roma a metà degli anni Trenta, partecipe della tendenza realista, presente alla Biennale del 1950 (e poi ancora fino al 1966), via via indirizzato verso un vigoroso e pur sempre LEGGI
I grandi provinciali E “Mamma Roma”
Non è forse un caso che a raccontare l'anima di Roma, della sua gente, del suo proscenio e del fascino più raccolto dei suoi innumerevoli misteri, siano stati soprattutto dei provinciali illustri, ivi trapiantati, che l'hanno detestata e pure intensamente amata. Dopo D'Annunzio, la memoria corre a Palazzeschi e Gadda, Patti, Pasolini, Flajano, non senza menzionare i titoli di testa cinematografici di Fellini, Risi, Germi, Bertolucci e Scola. Veri 'romani' costoro non furono mai né mai LEGGI
“Educazione sentimentale” durante il fascismo
Sfoglio le pagine de 'Il tallone di ferro' di Jack London (1908) che ricevetti in dono da mio padre Antonello quando avevo quasi diciassette anni con una dedica che ho custodito preziosamente tra i miei libri e nel fondo della coscienza. Il libro ('The Iron Heel') è un 'romanzo socialista' che descrive l'ascesa di un'oligarchia economico-politica negli Stati Uniti in uno scontro impari tra proletariato urbano e borghesia, al tempo della 'Comune' di Chicago; la forma è di un manoscritto ritrov LEGGI
Maria Denis, Visconti e mia madre partigiana
Quando Maria Denis -la bellissima regina del cinema dei 'telefoni bianchi'- morì nel 2004 mia madre Fulvia, che delle sue attività clandestine durante la occupazione tedesca di Roma non parlava quasi mai, rimase toccata: e come se la memoria le riproponesse il tratto di un film già visto mi rivelò che a più riprese fu incaricata di pedinare la diva, sottoposta ad un rigido controllo di movimenti nella primavera del 1944 quando, per soccorrere Luchino Visconti, arrestato da Pietro Koch, si e LEGGI
Memorie di Villa Strohl-fern
Il giardino di Amedeo Bocchi e la "protervia della gioventù" Amedeo Bocchi (1884 -1976) è stato un artista di alta qualità, e la sua bella pittura sarà sempre apprezzata da chi ha occhi per vedere. Era un uomo magro e piccolino, girava di rado per la Villa Strohl-fern. Quando lo scorgevi lungo il viale che conduce alla sua casa studio romita e raccolta nel verde, ti appariva prima di lui il cappello a falda larga e un soprabito cucito addosso all'esile corpo accompagnato dall'immancabile LEGGI
Roma ’44 Da una storia italiana un film francese
Ho per le mani la prima edizione Einaudi (1946) de ‘La ragazza della Via Flaminia’, forse il più bel libro, amaro e veritiero, sul trauma della Roma appena liberata e occupata dagli alleati angloamericani. Ne fu autore Alfred Hayes (1911-1985), giornalista ebreo giunto in Italia al servizio dell’esercito Usa, che collaborò con Rossellini e De Sica per i noti capolavori cinematografici ‘Paisà’(1946) e ‘Ladri di biciclette’(1949). Hayes racconta la storia di Lisa, ragazza che ha LEGGI
Il Divino Maximin e l’amore omosessuale
Era già al colmo della notorietà il vate del simbolismo tedesco, Stefan George (1868-1933) quando nel 1907 pubblicò un libro di versi, 'Maximin', in memoria glorificante il giovanissimo poeta che egli aveva profondamente amato e accolto nel suo circolo di adepti al culto della parola disdegnante realismo e naturalismo. "Maximin" si chiamava Maximilian Kronberger (1888-1904) aveva incontrato George alla età di quattordici anni e due anni dopo morì di meningite. Devastato dal dolore, George LEGGI

Biografia

Duccio Trombadori

Duccio Trombadori. Nato a Roma nel 1945, figlio e nipote d’arte, dal padre Antonello e dal nonno Francesco ha ereditato la passione per la politica e la pittura. Laureato in Filosofia, è stato giornalista, critico d’arte, saggista, docente di estetica alla università di Architettura di Roma. Ha iniziato a scrivere d’ arte su ‘L’Unità’ alla fine degli anni Settanta, ha continuato in seguito su ‘Rinascita’, ‘Panorama’, ‘Il Foglio’, ‘Il Giornale’, e sul Tg3. Esperto d’ arte italiana del ‘900, ha diretto una rivista d’arte (‘Quadri&Sculture’, 1993-1998) ed ha curato monografie di Mario Mafai, Francesco Trombadori, Antonio Donghi, Riccardo Francalancia, Giulio Turcato, Renato Guttuso, Mario Schifano, Mario Ceroli. Tra il 1993 e il 2013 ha collaborato a diverse edizioni della Biennale di Venezia, di cui è stato consigliere di amministrazione. E’ stato più volte consigliere di amministrazione della Quadriennale di Roma. E’ autore di un libro- intervista con Michel Foucault (1982) e di una biografia ragionata di Gino De Dominicis (2012) . Un suo libro di versi (’Illustre Amore’, 2007) è giunto finalista al Premio Viareggio. E’ pittore di piccoli paesaggi di gusto ‘novecentesco’ che ha esposto a Parigi e Roma tra il 1990 e il 2014.

ducciotrombadori@lri.it

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design