• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Giorgio Cavagnaro

Bisogna saper vendere
Ricordate quella canzone? Capelloni, roba di cinquant’anni fa, eh. Però scommetto che molti hanno ancora in testa il ritornello, che faceva “Bisogna saper per-de-re!” I Rokes, Sanremo 1967, in coppia con Lucio Dalla, oh yeah. Focalizziamoci sul titolo, che a mio parere ha oggi una doppia valenza politica, col senno di poi. Da un lato, prendere atto che libere, democratiche elezioni hanno portato l’Italia ad esprimere il governo che ci governa, costituito da curiosi personaggi di nome S LEGGI
Le feste dei sessantenni
Le feste dei sessantenni esistono. Eccome. E dico sessantenni così, per essere buono, perché in realtà si va oltre, anche parecchio. Diciamo che molti dei partecipanti hanno già cominciato a scorgere quel “7” che incombe su un orizzonte reale, concreto. Visibile ad occhio nudo. Il “7”, quello dei settanta, fa paura né più e né meno come ogni cifra che annuncia il nuovo decennio individuale. E’ stato così a partire dal “3”, perché (mi sembra di ricordare), anche compiere t LEGGI
L’odio per Asia Argento e tutto il resto
Leggo, vincendo il disgusto che mi opprime da un bel po' di tempo, l’ondata di odio socialmediatico contro Asia Argento, a seguito del suicidio del suo compagno. C'è un pregevolissimo pezzo di Pierluigi Battista sul tema, e un post di Michele Anselmi, esaustivi sull'argomento. Dunque non parlerò di questo, nel "merito", come si dice. Ma credo sia opportuno che si prenda urgentemente coscienza del fatto che ormai i social sono una fogna a cielo aperto. Oportet ut scandala eveniant, era scrit LEGGI
Anche i tedeschi piangono
Molti anni fa c'era in Tv un programma bizzarro e seguitissimo. Si chiamava “Giochi senza Frontiere” ed era una specie di anticipazione della difficile unità europea che negli anni si sarebbe faticosamente andata formando. Gli abitanti delle città di provincia di tutto il vecchio continente si sfidavano in improbabili gare di varia abilità, quasi sempre comportanti ruzzoloni in acqua o analoghi esilaranti esiti, fino alla gloria nazionale della vittoria. Il grande Peter Gabriel fu chiamat LEGGI
Ho deciso Fondo un partito
Tra il fumo acre che si diffonde, dall’ultimo bus in fiamme di via del Tritone, in tutto il centro, mescolandosi al fetore di cassonetti sgangherati che sembrano chiedere pietà mentre generano, ormai autonomamente, immondizia senza sosta, tra le violenze bestiali, giornaliere, delle zone assegnate in gestione a settori della mala che tutti conoscono, le voragini quotidiane, gli alberi che collassano al suolo e la vegetazione che cresce incontrollata dovunque tranne che dove dovrebbe, Roma è LEGGI
La piscina di montagna
Voglio raccontarvi una cosa che mi è capitata tanti anni fa. Non so perché, ma mi è tornata alla mente in tutti i dettagli solo oggi, dopo quasi cinquant’anni di oblio e galleggiamento tra le mollezze e i sottilissimi fili che costituiscono il cervello, nostra croce e delizia. Ma andiamo con ordine: mi trovavo, questo è certo, in un’amena località di montagna, in particolare quella, sulle Dolomiti, dove trascorrevo abitualmente la lunga villeggiatura estiva con la mia famiglia. Famig LEGGI
Se non ci credi….
Negli anni felici dell’infanzia, un’unica, anziana zia stravedeva per me. Zia Secondina, così si chiamava, conosceva mille filastrocche e me le recitava tutte, instancabile. Poesiole di una volta, roba di prima della guerra, capace di passare indenne sotto dittature, bombe e distruzioni per divertire generazioni di bambini. Una finiva così: “Se non ci credi, vallo a vedé!” Ci pensavo ieri, accingendomi come ogni sera ad attraversare il cuore di Roma, la leggendaria piazza Venezia, pr LEGGI
La signora discinta E censurata
Il 16 aprile, con il titolo "La signora discinta" abbiamo pubblicato l'articolo che riproponiamo qui sotto, nel quale si racconta di un quadro dipinto dalla madre dell'autore nel 1932, quando frequentava l'Accademia di Via Ripetta a Roma. Ovviamente l'abbiamo accompagnato con la riproduzione del quadro; la stessa che riproponiamo qui ma senza la mutilazione censoria; mutilazione spiegata dal fatto che Facebook ha espunto dal suo dominio l'immagine con tutti gli annessi e connessi, compreso ovvia LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design