• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Giovanna Nuvoletti

L’AMAZZONE E LA POETA
Nella Parigi tra le due guerre brillava Natalie Clifford Barney, detta l’amazzone, un’alta, bella, bionda, ricchissima, superficiale, persino estremamente longeva, americana trasferitasi in Francia per fondarvi un grande salotto intellettuale, frequentato dalla crema dell’epoca e potente nell’ambiente letterario. Produttrice di graziosi aforismi eleganti e cinici. Lesbica con sfarzo, fortuna e esibizione. Marina Cvetaeva, invece, era una esule dalla Rivoluzione d’Ottobre, bruttina, LEGGI
Per Cortesie così Piccole
55 Per Cortesie così piccole, per un Fiore, o un Libro, si getta il seme a sorrisi - che fioriscono al buio. 200 Li ho rubati - da un'Ape ma la causa sei tu. Dolce l'istanza e quella - mi perdonò. 1035 Cara Ape, t'aspetto! Ce lo si diceva proprio ieri con chi ben sai che dovevi arrivare. Dall'altra settimana le Rane son già sistemate, e al lavoro gli Uccelli, quasi tutti tornati caldo e fitto il Trifoglio. La mia lettera sarà lì verso il venti: rispondi LEGGI
Greta e Io
Molti criticano, anzi insultano Greta Thunberg, la descrivono come manovrata da adulti, c’è chi addirittura vorrebbe metterla sotto con la macchina, e lo proclama nei social, con notevole successo. Greta ha, come me, la sindrome di Asperger. Non è una malattia, è uno svantaggio pesante che però è anche un grande vantaggio. A cominciare dall'aspetto. Horror, dicono. E' vero, noi Asperger abbiamo facce strane, sguardi gelidi - che non corrispondono alla nostra emozione interna, alla capaci LEGGI
La speranza
La speranza fa così male anche a te? Ti si ficca come uno spunzone nel petto Nello stomaco - che blocca la emorragia – Ma se lo tolgono. Ma se lo tolgono muori. La speranza è un buco è un vuoto con la vita intorno non è una caramella non è dolce non è un salvagente alla tua vita la speranza è tutto quello che non hai - la bugiarda bellezza.   LEGGI
Rammollimento
a) Piango ogni due per tre. Mi vergogno ma mi piace - finalmente quattro endorfine in circolo là dove domina la velenosa adrenalina. Come un balsamo nel mio sangue dolorante, nel mio corpo inutile b) le commesse del super mi dicono ciao appena entro. Mi aiutano, mi coccolano quando esco. Non si spazientiscono quando esco e non trovo le monetine per pagare. Mi ripetono l’ammontare del conto quando non capisco, gentilmente c) più o meno so ancora fotografare, leggere e scrivere, ma non h LEGGI
Quando non c’erano le vaccinazioni
Ai miei tempi ci vaccinavano solo contro difterite e vaiolo, e infatti non le ho prese. Non sarei qui a parlarne. Le altre malattie infantili le ho avute tutte. Una collezione pregiata. Scarlattina, varicella, orecchioni, rosolia, morbillo, tosse canina. Non credete ai novax - le ricordo come incubi. Collo gonfio, pruriti da impazzire, il respiro che manca, notti insonni, e a volte febbre con delirio. Mesi di scuola persi. Polmoniti a seguito. Nata durante la guerra, come quasi ogni bambino d LEGGI
Ode al raffreddore di fine febbraio
S’ode a destra uno squillo di naso a sinistra risponde la tosse d’ambo i lati calpesto rimbomba entro il petto ed in gola il tapin Quinci spunta per l’aria un vessillo fazzoletto s’avanza spiegato ecco appar raffreddore spietato ecco un altro che incontro gli vien. Già di mezzo è sparito il terreno tutti a letto che ingoian pasticche zerinol, benagol, medinait, borocill! Chi son essi? Alle belle contrade l'epidemico mal s’attaccò. Il fratello starnuta al fratello LEGGI
Della vita E un poco della morte
ELEGIA CANTABILE ALLA VITA MIA credevo d’essere desta ma dormivo credevo di morire ma sognavo sognavo d’esser viva mi sbagliavo. sognavo la mia vita che non c’era non è questa la vita non è vera-     Non è questa la vita! Questa non è la vita io lo so, la conosco – o perlomeno nei deserti crepuscoli di giugno quando assonnata e immensa al di là delle alte ultime case apparve sbadigliando alla città la riconobbi al volo. Io la conosco e gr LEGGI

Biografia

Giovanna Nuvoletti

Sono nata nel 1942, a Milano. In gioventù ho fatto foto per il Mondo e L’Espresso, che allora erano grandi, in bianco e nero, e attenti alla qualità delle immagini che pubblicavano. Facevo reportage, cercavo immagini serie, impegnate. Mi piaceva, ma i miei tre figli erano piccoli e potevo lavorare poco. Imparavo. Più avanti, quando i ragazzi sono stati più grandi, ho fotografato per vivere. Non ero felice di lavorare in pubblicità e beauty, dove producevo immagini commerciali, senza creatività; ma me la sono cavata. Ogni tanto, per me stessa e pochi clienti speciali, scattavo qualche foto che valeva la pena. Alla fine degli anni ’80 ho cambiato mestiere e sono diventata giornalista. Scrivevo di costume, società e divulgazione scientifica, per diversi periodici. Mi divertivo, mi impegnavo e guadagnavo bene. Ho anche fondato con soci un posto dove si faceva cultura, si beveva bene e si mangiava semplice: il circolo Pietrasanta, a Milano. Poi, credo fosse il 1999, mi è venuta una “piccolissima invalidità” di cui non ho voglia di parlare. Sono rimasta chiusa in casa per quattro/cinque anni, leggendo due libri al giorno. Nel 2005, mi sono ributtata nella vita come potevo: ho trovato un genio adorabile che mi ha insegnato a usare internet. Due giovani amici mi hanno costretta a iscrivermi a FB. Ho pubblicato due romanzi con Fazi, "Dove i gamberi d’acqua dolce non nuotano più" nel 2007 e "L’era del cinghiale rosso" nel 2008, e un ebook con RCS, "Piccolo Manuale di Misoginia" nel 2014. Nel 2011 ho fondato la Rivista che state leggendo, dove dirigo la parte artistico letteraria e dove, finalmente, unisco scrittura e fotografia, nel modo che piace a me.

giovannanuvoletti@gmail.com

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design