• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Giovanna Nuvoletti

Vi voglio tutti qui!
 Come sarebbe bello abitare tutti qui   magari con due cucine per non starsi sui piedi   e ognuno vive la sua vita come cazzo gli pare   e ognuno la mattina va verso il proprio lavoro   e qualcuno che porta i bimbi a scuola   e i più grandi li prende il minibus per andare a Orbetello.   E io sto nella mia stanza quassopra   e seduta al computer ne scrivo.   Ma quando scendo c’è qualcuno intorno al camino LEGGI

Ellerì chi?

scritto da Giovanna Nuvoletti e la Redazione

Ellerì chi?
“Ma chi cavolo sei?" “Chi sono? E che vuoi che sia. Sono un acronimo…” “Un acronimo?” “… Ellerì – prosegue lei, scandendo – Elle, Erre, I. La virgola Rivista virgola Intelligente punto”. “Ah, intelligente – ribatto – e come mai?” “Lo sono. Lo siamo”. Questa mi pare un po’ megalomane, a me… “Tipo che sei un’intellettuale, una radical chic?” “Radical chic lo dici a tua nonna… intellettuale a me, ma come ti permetti?” “Allora sei int LEGGI
Emily Dickinson, C’è una solitudine di spazio
Emily Dickinson 1695 C'è una solitudine di spazio una di mare e c'è una solitudine di morte. Ma tutte queste sembrano Società  confrontate a quell'altro profondissimo sito: alla polare intimità di un'Anima che arriva al cospetto di sé: finita Infinità Traduzione originale di Giovanna Nuvoletti LEGGI
Il dolore le sembra bellissimo
30 dicembre 1966 ore 20. L’odore lo sente già dal pianerottolo – capisce perché nessuno ha risposto al telefono. Non tocca né il campanello né l’interruttore. Entra in cucina, il gas è aperto e sibila. Alla luce che viene dal cortile la vede distesa accanto al forno nero e spalancato. La prende per un polso. E’ morbida. La trascina in corridoio ma deve per forza respirare, quindi lascia il braccio, corre sul pianerottolo, inspira, poi torna, riprende il movimento, per due, tre, un m LEGGI
Emily Dickinson Il Cervello è più largo del cielo
Emily Dickinson 632 Il Cervello è più largo del cielo - perché - avvicinali - il primo contiene il secondo ampiamente e anche Te - lì vicino. Il Cervello è più fondo del mare - perché - paragonali - Blu con Blu - il primo assorbe il secondo come Spugna un Catino - Il Cervello ha il peso di Dio perché - tu soppesali - grammo a grammo - se sono diversi sarà - come Sillaba e Suono.   Traduzione orginale di Giovanna Nuvoletti LEGGI
Chemioterapia per la povera Italia?
Mettiamo che l’Italia abbia il cancro. Allora, solo una potente chemioterapia potrebbe salvarla. Con spaventosi effetti collaterali. Renderla sterile, farle cadere i capelli, lasciarla incorrere in altre malattie mortali. Ma se fosse cancro, per salvarla dovremmo accettare per forza la cura feroce. Senza raccontarci favole. Le erbette, le tisane, le paroline gentili non servirebbero a niente. E i rimedi demagogici che ovunque si offrono con abbondanza la ucciderebbero ancor prima. Ma l’Ital LEGGI
Eravamo tutte Marilyn Monroe
Agosto 1962. Ricordo il suono delle cicale, fuori, nella pineta. Il giorno che Marilyn Monroe morì ero all’isola d’Elba, ospite, con un gruppo di altri adolescenti, di una famiglia ricca. Ricchissima. Industriali milanesi, neoproprietari di una villona su un cocuzzolo, circondata da una enorme tenuta che guardava il mare - dove il loro yacht galleggiava arrogante. Persone e lussi che ho dimenticato. Invece la saletta della tv, pigiata di ragazzini e ragazzine, viziatelli e che si credev LEGGI
Madre, mia ferita
madre di niente, madre crudele bella indifferente, madre mia morta che non sei nei cieli madre mia le cui colpe le sconto tutte io nella mia vita madre, mia ferita, apri la mano rendimi la vita - e certe volte nella luce incerta la tua per quanto instabile presenza di cui son quasi certa. LEGGI

Biografia

Giovanna Nuvoletti

Sono nata nel 1942, a Milano. In gioventù ho fatto foto per il Mondo e L’Espresso, che allora erano grandi, in bianco e nero, e attenti alla qualità delle immagini che pubblicavano. Facevo reportage, cercavo immagini serie, impegnate. Mi piaceva, ma i miei tre figli erano piccoli e potevo lavorare poco. Imparavo. Più avanti, quando i ragazzi sono stati più grandi, ho fotografato per vivere. Non ero felice di lavorare in pubblicità e beauty, dove producevo immagini commerciali, senza creatività; ma me la sono cavata. Ogni tanto, per me stessa e pochi clienti speciali, scattavo qualche foto che valeva la pena. Alla fine degli anni ’80 ho cambiato mestiere e sono diventata giornalista. Scrivevo di costume, società e divulgazione scientifica, per diversi periodici. Mi divertivo, mi impegnavo e guadagnavo bene. Ho anche fondato con soci un posto dove si faceva cultura, si beveva bene e si mangiava semplice: il circolo Pietrasanta, a Milano. Poi, credo fosse il 1999, mi è venuta una “piccolissima invalidità” di cui non ho voglia di parlare. Sono rimasta chiusa in casa per quattro/cinque anni, leggendo due libri al giorno. Nel 2005, mi sono ributtata nella vita come potevo: ho trovato un genio adorabile che mi ha insegnato a usare internet. Due giovani amici mi hanno costretta a iscrivermi a FB. Ho pubblicato due romanzi con Fazi, "Dove i gamberi d’acqua dolce non nuotano più" nel 2007 e "L’era del cinghiale rosso" nel 2008, e un ebook con RCS, "Piccolo Manuale di Misoginia" nel 2014. Nel 2011 ho fondato la Rivista che state leggendo, dove dirigo la parte artistico letteraria e dove, finalmente, unisco scrittura e fotografia, nel modo che piace a me.

giovannanuvoletti@gmail.com

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design