• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Giovanna Nuvoletti

Quelli che… no Facebook no
quelli/e che hanno adorabili figli piccoli, una vita sessuale piena, un lavoro appassionante nel mondo rutilante della tv (o simili), una montagna di quattrini e un sacco di amici fiki. Quelli che possono andare ai concerti, nei ristoranti, nei bar, alle mostre, al cinema, a teatro, e persino a ballare. Quelli che possono parlare al telefono e anche guardare la tv con l'audio acceso. Quelli giovani, che non hanno nessuna invalidità, e magari abitano anche in centro. Quelli che possono prender LEGGI
Angela che si gettò dalla finestra
Noi non lo vedremo, l'impatto. Noi, no. Noi dividiamo ancora, pazienti come la tartaruga di Achille, come la freccia che non vuole infilare il bersaglio, noi dividiamo ancora l'ultimo segmento prima dell'impatto. Ancora l'ultimo, e metà dell'ultimo, e metà ancora, dell'ultimo. Noi, non lo vedremo l'impatto. Noi la lasciamo prima, lei, molto prima, risaliamo al davanzale ancora caldo della sua mano, rifacciamo il tragitto ancora pieno del suo grido. Ci issiamo su, per la finestra spalancata, ne LEGGI
Shopping geniale
Sono vecchia grassa malata e soffro di iperacusia. Odio entrare nei negozi firmati e firmanti, con relativa musica a palla, commesse spitinfie e taglie 38. Inoltre sono di una avarizia patetica. Qui a Roma sotto casa, in via Cola di Rienzo, le bancarelle mi servono alla perfezione, in relativo silenzio. Spesso gli indumenti sono di aspetto carino. I cinesi hanno una gran fantasia. Accorgimenti: a) uscite di casa con maglietta aderente e gonna ampia e lunga: così potrete provare l'in LEGGI
Cosa ti cucino, amore?
Era una notte buia e tempestosa. Ci aggiravamo – senza navigatore – cercando l’oratorio-cinema-teatro Don Bosco, in una gelida e gelatinosa Roma, città a me ignota e poco amica. Il vento sferzava i volti ad ogni sosta informativa. I quartieri senza memoria sfoggiavano ermetici sensi unici. Tuscolano, Cinecittà. Un universo feroce. Grandinò, a un certo punto. Insistemmo. Arrivammo. Buio in sala. L’illusione teatrale si accese su di me. Ah, subito sorrisi e risate. Ironia e comici LEGGI
Google plus o come si dice, Gugol plas
E  mo’ ci si mette pure Google+, Google plus, anzi Gogol plas. Vogliono fare la concorrenza a FB. Fino a poco tempo la snobbavano. “Noi, concorrenti di Zuckerberg?” proclamava il presidente Schmidt “ma figuriamoci. Neanche per sogno!” Altro modello di bisnes. Seh. Adesso ci rosicano, e dopo le clamorose sbianche di Buzz e Wave (li avete mai provati? Pure sòle), se ne escono con Circles, una cosina per stare solo tra eppi fius, piccoli clubbettini per amici intimissimi. Poi ci so LEGGI
Persi dentro Facebook, Lost in feisbuc
  Un posto per noi, orgogliosi di vivere in Facebook almeno 8 ore al giorno, con la voglia:   di cominciare a capire come funziona 'sto coso   di comunicare più e meglio   di organizzarci meno caoticamente   LEGGI
Pallosissima belinata di Jonathan Franzen
L'ho letta sul Corriere della sera e ora il link non c'è. Meglio, vi risparmiate di leggere una articolessa intitolata "L'oppio tecnologico e il dolore della vita". Oh mio dio come piango.   Poche citazioni: "la trasformazione in corso, grazie a Facebook, del significato di piacere che anziché riferirsi a uno stato mentale riflette un'azione che si esegue col mouse del computer, da sentimento ad affermazione di una scelta del consumatore". Ma tu che ne sai? Prima osservazione purame LEGGI
Perché sono andata all’Euro Pride di Roma?
  Ci sono andata davvero! Mi avete vista? Ero la signora distinta, in tailleur e borsetta Prada, quindi travestita da Vladimir Luxuria, coi paraorecchie pelosi azzurri che mi proteggevano dai rumori giovani e moderni. Ero accanto alla mia amica Flora. Lei si era messa da Platinette. E’ grassa. Facevamo ciao con la manina. Dite, perché sono andata all'Euro Pride di Roma? Mah, perché al barman qui sotto i titolari gli hanno detto che se ci andava lo licenziavano. Gli ho chiesto: “ LEGGI

Biografia

Giovanna Nuvoletti

Sono nata nel 1942, a Milano. In gioventù ho fatto foto per il Mondo e L’Espresso, che allora erano grandi, in bianco e nero, e attenti alla qualità delle immagini che pubblicavano. Facevo reportage, cercavo immagini serie, impegnate. Mi piaceva, ma i miei tre figli erano piccoli e potevo lavorare poco. Imparavo. Più avanti, quando i ragazzi sono stati più grandi, ho fotografato per vivere. Non ero felice di lavorare in pubblicità e beauty, dove producevo immagini commerciali, senza creatività; ma me la sono cavata. Ogni tanto, per me stessa e pochi clienti speciali, scattavo qualche foto che valeva la pena. Alla fine degli anni ’80 ho cambiato mestiere e sono diventata giornalista. Scrivevo di costume, società e divulgazione scientifica, per diversi periodici. Mi divertivo, mi impegnavo e guadagnavo bene. Ho anche fondato con soci un posto dove si faceva cultura, si beveva bene e si mangiava semplice: il circolo Pietrasanta, a Milano. Poi, credo fosse il 1999, mi è venuta una “piccolissima invalidità” di cui non ho voglia di parlare. Sono rimasta chiusa in casa per quattro/cinque anni, leggendo due libri al giorno. Nel 2005, mi sono ributtata nella vita come potevo: ho trovato un genio adorabile che mi ha insegnato a usare internet. Due giovani amici mi hanno costretta a iscrivermi a FB. Ho pubblicato due romanzi con Fazi, "Dove i gamberi d’acqua dolce non nuotano più" nel 2007 e "L’era del cinghiale rosso" nel 2008, e un ebook con RCS, "Piccolo Manuale di Misoginia" nel 2014. Nel 2011 ho fondato la Rivista che state leggendo, dove dirigo la parte artistico letteraria e dove, finalmente, unisco scrittura e fotografia, nel modo che piace a me.

giovannanuvoletti@gmail.com

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design