• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Massimo Salvadori

Uscite dal mondo
Uscire dal mondo nascondendosi dietro i cespugli nel parchetto di casa. Con latte e biscotti, di notte, alle quattro. Imparare a fumare, sforzarsi di smettere. Ricominciare da capo. Guardare per ore dentro lo schermo di un televisore degli anni cinquanta per interrogare i fantasmi. Seguire il primo gatto che passa, giù nella strada, perché ha la coda diritta e i baffi alla moda. Controllare il livello dell’acqua. Nelle bottiglie dei supermercati. In città, aspettare per LEGGI
Preghiera della sera
Fammi restare in silenzio concedimi di scendere in strada di camminare da solo senza ammalarmi, senza sudare tenendo l’angustia vicina alla gioia nelle tasche di un cappotto invernale e custodirle in silenzio ugualmente lontane dalle mani e dal cuore. Dammi uno, due giorni non altro, per portare insonne qui in giro il rumore profondo che fanno perché ho un inquieto bisogno di continuare a sperare di sapere che da qualche parte mi aspetta qualcuno LEGGI
Gli amanti non lo sanno
Gli amanti non lo sanno ma il mondo cambia per amore. Sveste della sua arroganza il muro nudo a guardia di un confine aspetta l'impazienza di qualcuno che nottetempo scriva sulle pietre il nome del suo amore. Si appoggia ai muri delle case chi si bacia un pò furtivamente e l'angolo alla strada è solo un'occasione tra la gente, non una minaccia di cui aver paura. Puoi mettere il cuore di tutti in un recinto soltanto quando un uomo resta solo se non c'è nessuno che lo ascol LEGGI
All’ora della cena
Un pacchetto di caffè in grani - ho visto ieri nuovi arrivi nella drogheria sul corso - due litri di succo di pompelmo il latte per chi non lo digerisce biscotti secchi, per la colazione. Non fare le valigie, ti prego, non partire ancora. Ammetto che ho sbagliato, non posso fare ciò che voglio prometto che cerco di cambiare. Compro carne per il pranzo? Non ascolti, anzi mi rispondi che ti senti presa in giro. In farmacia ti serve niente? Le sigarette, proviamo un'altra marca? Devi c LEGGI
I poeti
I poeti sono più affamati di vita dei bambini mangiano biscotti di nascosto e di notte custodiscono segreti raccolti dietro i vetri rotti di una casa in costruzione. Nascondono al mattino tutt'intorno i cocci le briciole in cucina quando il mondo degli adulti sta dormendo perché riflettano di giorno la luce ancora della luna. LEGGI
Da un lontanissimo mondo
Atomi: idrogeno, ossigeno, azoto, tantalio... così sino a esaurire le voci della tavola periodica. Fanno poi seguito i loro composti, le complicazioni dei loro bizzarri elementi, le macromolecole organiche, i grassi e poi gli acetoni, le proteine, gli enzimi. Da ultimo quella materia difficile e oscura che ne consegue: la chiamano vita. Nel mondo ci sono le piante ma anche i sassi e il terreno, gli animali, le stelle, l’acqua dei fiumi e le onde dei mari. Ci sono anche gli umani, povere be LEGGI
Il niente è sconveniente
Mandate a dire all'imperatore che il mondo è meno grande di come raccontiamo che dire "geografia dei luoghi" è solo un eufemismo per non scrivere "confine" perché il niente è sconveniente non si dice non si scrive. Qualcosa resta nella voce nelle parole più di rado. LEGGI
Esercizio diagonale
Esercizio diagonale. Contro il vuoto, resistente. L'ombra resta in piedi dritta a punta verticale contro tutto contro il niente che si ostina che non vuole andare a capo. LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design