• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Massimo Salvadori

Quotidianità
Innaffiare le piante scolare la pasta salare le uova restare in silenzio. Passare lo straccio guardare di fuori leggere un libro ascoltare il portiere. Fumare di meno sorvegliare il bucato cambiare di posto a un oggetto a un pensiero. Fare due passi tirare le somme non sapere contare sapere da sempre che l'infinito più grande non si può dire a parole. LEGGI
Achille e la tartaruga
Chiedo tempo. No, ti assicuro, non alludo a una tregua ma al tempo. Non è necessario che tu pensi al cielo al destino alla scienza parlo del tempo come io e te lo intendiamo. Il tempo che scorre, il tempo ordinario. Il tempo di guardarci negli occhi di attraversare il respiro di non farci domande di accarezzare un dolore di rincasare più tardi. Ha un sapore anche l’aria per chi legge il silenzio. Dopotutto hai ragione non è normale chiedere tempo così, in generale: il tem LEGGI
La filosofia di Gaunilone
La filosofia è un cielo basso e grigio all'orizzonte che chi pensa confonde col suo naso: non fa conto il risaputo, in questo uguale spesso all'insipiente, che basta un raffreddore, uno starnuto, per rovesciare il mondo e il senso universale delle cose. La filosofia è il mondo che pensa in bianco e nero, ma anche il cane che a volte mi accompagna - e a volte invece abbaia - vede il mondo solo in grigio, senza spettri o gradienti di colori e si fida, suo malgrado, del suo naso malandato di seg LEGGI
Saggezze
Dovremmo imparare a non fare bilanci a chiedere scusa se abbiamo insultato senza motivo. Alludo anche al tempo che non abbiamo vissuto abbastanza. Dovremmo imparare a non usare il denaro a ringraziare più spesso a chiacchierare di meno. A rispettare lo spazio che tutta la vita reclama con la misura esclusiva che ognuno riserva alla propria. A non aspettare l'occasione più volte e insieme a praticare l'assurdo di avere ancora pazienza. A trasgredire al buon senso al com LEGGI
Zenone e Parmenide
La vita è una, una sola, tuonò con autorevolezza e arroganza Parmenide. Tra chi lo stava a sentire qualcuno si alzò e si fece avanti. Con calma guardò gli ateniesi e i meteci che aveva davanti; poi laconico disse queste parole: “Se noi consideriamo la vita e la suddividiamo come siamo soliti fare in due, tre, quattro o più anni e poi così ancora nei mesi, nei giorni e nella fuga infinita di tutti i minuti in cui si scompone ogni ora, la vita di tutti e di ognuno si scioglie nel moltep LEGGI
Traslochi
Raccolgo le mie cose fra poco cambio ancora casa. Fingo una miopia improvvisa qualche distratto malumore inciampo invece precari gli equilibri la raccolta dei fardelli l’ingombro dei ricordi nei cartoni. Sopporto che alle voci che mi parlano da dentro si sovrappongano i discorsi dei vicini. Dico loro che cambierà il tempo verso sera cerchiamo di evitare i saluti di commiato i congedi perentori. Parlare dei malanni accidentali, dei rischi di stagione è un’autorizzazione co LEGGI
Normandia Sei giugno
In Normandia, sotto un cielo di spine la terra aveva perso colore. Potevi vederla dal monte di Atlantide al di là del varco di Ulisse che annega uomini e navi, caricate agli ormeggi degli anni di cui nessuno conosce il futuro. La costa sul mare, in quei giorni era un filo in controluce di fumo custode la terra di un mondo che reclamava un futuro. Quella volta era a un passo l’estate anche di notte fu il sole. Quella volta fu vero che tutto può succedere ancora. LEGGI
Elogio del rotto
Elogio del rotto, del vento delle cose sbilenche, del precario equilibrio del cesto di paglia in cui il gatto fa il nido quando cambiamo di casa. Nel sogno del suo mondo animale si crede un uccello vola forse lontano. Ci sono lettere che non sono state spedite che sono state smarrite difettose di una marca da bollo di una parola che non scriva la fine esistenze nel tempo che non sanno parlare mondi e alfabeti diversi lontani. Sono stranezze del mondo dell'uomo la distanza tra la lu LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design