• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

La narrativa di Roberto Calvino

Storia di Giorgio Bonafé e delle dieci sfere di Man Ray
... Quando Man Ray le vide, il suo volto si illuminò, era contento, felice. Sorrideva come un bambino, non riusciva a distogliere lo sguardo da quelle 10 sfere. Scusa Giorgio, ma come mai ti trovavi a Parigi a casa di Man Ray? Una lunga storia. Tutto cominciò verso la fine degli anni '60, quando la Mazzucchelli celluloide, azienda di Castiglione Olona leader mondiale nella produzione e distribuzione di materiale plastico, diede vita a un progetto artistico che prese il nome di "Polimero arte LEGGI
Seconda vita
- Hai scritto recentemente un libro intitolato “Il coraggio di cambiare vita”, hai formato un gruppo musicale chiamato “Seconda vita” ed è appena uscito il tuo album (Scusa se sono un poeta) che inizia proprio con la canzone “Vorrei una seconda vita”. Come mai un interesse così forte per questo argomento? Umberto Longoni, psicologo, scrittore e cantautore, al termine di una seduta di registrazione, stanco ma soddisfatto, racconta di sé. - Noto che in questa società, dove la vit LEGGI
La ballata dell’ipocondria (o del vibrione innamorato)
C’è qualcosa di straordinario nella musica napoletana: la continua capacità di fare i conti con il proprio passato per rinnovarsi, per rinascere e porsi al centro della scena internazionale. È così ormai da secoli. Canzoni scritte nel Settecento e nell’Ottocento sono giunte a noi reinterpretate, arrangiate con sonorità sempre diverse. Renato Carosone, Pino Daniele, solo per citare alcuni nomi, hanno cantato il dialetto con i ritmi del rock e del blues, Roberto De Simone e la Nuova Comp LEGGI
Due franchi in tasca
Era uscito per comprare il pane ed in tasca aveva solo un paio di franchi. Prima però decise di dare un’occhiata alle bancarelle dei libri usati. In quella primavera del ’44, a Parigi ci voleva un po’ di coraggio a camminare per le strade, se si stava disertando il "Servizio di Lavoro Obbligatorio" imposto dagli occupanti nazisti. Gli capitò tra le mani, per caso, un libriccino di poesie di Antoine Pol intitolato “Émotions poétiques” pubblicato nel 1918. Il nome di quell’au LEGGI
Bob Joan e JFK 1963
The times they are a - changin’ / Perché i tempi stanno cambiando « Venite madri e padri Da tutto il Paese E non criticate Ciò che non capite I vostri figli e figlie Non sono ai vostri ordini Il vostro antico percorso Rapidamente decade. Gentilmente levatevi dal nuovo Se non potete aiutare 'Ché i tempi stanno cambiando. » Dylan compose “The times are a- changin’ ” nell’ottobre del ’63 e aprì un suo famoso concerto con questa canzone il 23 novem LEGGI
Smile Sorridi
Erano passati 18 anni quando quella melodia, confinata sino ad allora nel meraviglioso e struggente finale di "Tempi moderni", prese il volo. Le immagini di Charlot che strappava un sorriso alla monella, dovettero incantare John Turner e Geoffrey Parsons che su quelle note scrissero nel 1954 un testo semplice, ma intenso: "Smile when your heart is aching... If you smile through your fear and sorrows Smile and maybe tomorrow You see the sun come shinning through for you" A interpretarla LEGGI
Addio Margot
"Il mio nome è Sarebbe-potuto-essere; mi chiamo anche non-più, Troppo-tardi, Addio." Questa frase di Dante Gabriel Rossetti da mesi si poteva leggere sul profilo Facebook di Margot, voce femminile e anima dei Cantacronache, quel gruppo di intellettuali che insieme a Sergio Liberovici e a Michele L. Straniero, alla fine degli anni '50, decisero di formare un collettivo con l’idea di rinnovare la canzone italiana, coniugando cronaca e cultura con impegno politico. Poi, l’annuncio della sua LEGGI
Crivel e le canzoni del ventennio
La lussuria passa come un vento turbinante, che gli odor più perfidi recan ognor con sé. (Crivel, Creola)  Negli anni in cui a Liverpool i Beatles formavano la band che avrebbe cambiato il corso della musica rock, a Milano, dimenticato da tutti, moriva Crivel. Qualcuno forse lo ricorderà come tenore Orsini, tenore Bello, Italo Corsi, Berettini, F. Rossi, Rossi, E. Torres, D. Berri, Fernandino poiché amava esibirsi con nomi sempre diversi. Il regime fascista chiedeva e lui incideva. LEGGI

Pubblicità

  • La tua pubblicità su LRI !
  • La tua pubblicità su LRI !

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design