• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Ufficio postale – Lunedì mattina: un binomio che non promette mai niente di buono.
Invece arriva la donna della provvidenza e cambio idea immediatamente.
Prima di vederla, l’annuso. Fende l’aria a sciabolate di profumo, poi appare. Un trionfo di bianco, rosa shocking e beige: praticamente un fior di fragola.
È in forma, abbronzata, col vestito di tendenza, che infatti tende a una taglia in meno.
Pettinata a stucco, di quel misterioso stampo che rende alcune donne aliene al vento, all’umidità e all’estro di certi parrucchieri. Una di quelle che sembrano sempre appena uscite dalla beauty-farm, mentre io, comunissima e bianchissima mortale, ancora non so quale sarcofago mi abbia catapultata stamane nel mondo dei vivi.
Lei è apparentemente sicura di sé, sguardo sfrontato e sorriso giusto. Però, la tradiscono le scarpe. Le scarpe non mentono mai.
Le sue rivelano l’incertezza, un’ansia di apparire e sedurre non sostenuta da adeguata esperienza o allenamento di schiena e ginocchia. Nonché di buon gusto, aggiungerei, visto il contrasto tra l’enorme plateau e le caviglie da pulcino.
Si avvicina, mi tocca una spalla per attirare la mia attenzione.
«Scusa, chi è l’ultimo?» mi chiede, angelica come una bambina di due anni.
Non ci credo. Mi fa quasi tenerezza. Quasi.
«Ehm… No, devi prendere il numero, laggiù», le rispondo. «Lettera A, per i pagamenti», aggiungo, notando i bollettini che stringe tra il palmo e le unghie.
«Ah, grazie, gentilissima!»
«Niente».
Mah sì, deve essersi confusa. Magari è appena stata dal medico. Del resto, per pagare quel malloppo, si sarà fatta prescrivere del Maalox.

Una bambina la segue con lo sguardo, si volta verso sua nonna e dice: «Sembra una Bratz!».
Non sono proprio certa fosse un complimento, seppure di bambola si tratta. La donna, che forse non ha idea di cosa sia una Bratz, commenta: «Che pazienza tiene la signorina»
«Più che altro, che rotula!» dico io.
Lei solleva il mento a indicare la donna-bratz.
«Ah, se rotula! Con quelle scarpe lì, prima o poi vedi come rotula».

 

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design