• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Con il primo tocco prende il pallone di spalle. Una piroetta da clown e si libera di Butcher e Reid.
Il secondo tocco: comincia a correre inseguito da tre inglesi. Lui è più veloce. Scappa come quando da bambino rubava le mele per mangiare.
Il terzo tocco è una finta di corpo che manda a vuoto Butcher e i generali che lo volevano come simbolo del regime.
Il quarto tocco è uno scatto come quello che pochi minuti prima l’aveva trasformato nella Mano de Dios.
Il quinto tocco serve per guardare l’area avversaria. Gli inglesi sono forti, hanno la Regina e tanti soldi.
Il sesto tocco è per dribblare il disperato Fenwich. Si porta dietro mezza squadra inglese e un solo compagno, Valdano, in attesa del pallone.
Il settimo tocco è una finta per Valdano, l’occhiolino di scuse di chi sa che la strada lo porta da un’altra parte.
Con l’ottavo tocco scarta Shilton in uscita. Il portiere cerca di coprire lo specchio della porta e le malefatte inglesi alle Isole Malvinas.
Il nono tocco trafigge il mastino Butcher proteso in un ultimo tentativo di scivolata.
Il decimo tocco è la sicurezza di non sbagliare, proteggendo il pallone col corpo.
L’ultimo tocco è per calciare in porta. Per segnare il gol più bello della storia del calcio.
Sessantadue metri di campo. Nove minuti dall’inizio del secondo tempo di Argentina – Inghilterra, quarti di finale del Mondiale di calcio ’86.
Il signor Diego Armando Maradona scivola sull’erba consapevole di un gesto epico.
L’affanno si mischia all’urlo di un popolo in festa. Per un singolo attimo la guerra è lontana, i desaparecidos non sono mai scomparsi, la povertà non esiste e il genio del calcio non si è ancora perduto.

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design