• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Mia sorea
L'Autrice e la sorella bambine

Mia sorea

scritto da Doretta Davanzo Poli

Voria che a vegnerme tor

fosse mia sorea

e co voxe de cantieena

come par svegiarme

ea me dixesse : Do-o-or, xe ora.

Voria che ea so man fosse calda

i so oci boni come al soito

el sorixo un poco ironico

par no farme ciapar paura.

E cussì, andar

sensa pensar al doeor de chi resta.

 

Vorrei che a venirmi a prendere
fosse mia sorella
e con voce di cantilena
come per svegliarmi
mi dicesse Dooor, è ora.
Vorrei che la sua mano fosse calda
i suoi occhi buoni come al solito
il sorriso un po’ ironico
per non farmi prendere paura.
E così, andare
senza pensare al dolore di chi resta

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design