• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Solo parole esatte
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per categorie
Poesia
Venerdì in versi
Critica poetica
Emily Dickinson
Costumi
Manuale di sopravvivenza
Amore ma anche no
Cucina Intelligente
Viaggi
Sesso sesso
Attualità
Società
MediaWeb
Polis
Sport
Scienza
Editoriale
Scritture
Racconti
In 10 righe
Pensieri Letterari
Storia
Cultura
Cinema
Libri
Musica
Arte Arti
Teatro
Fotografia
La Redazione
Concorso letterario ellerì
Senza categoria
Immagini
{ "homeurl": "http://www.larivistaintelligente.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "block", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "auto", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 2, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": " Forse intendevi?", "defaultImage": "http://www.larivistaintelligente.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 1, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 1, "overridewpdefault": 1, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "left", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "bounceIn", "vresultanimation": "rollIn", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 1100, "iitemsHeight": 400, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "bounceIn", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }

Ho sempre pensato che di un libro resti un’immagine. Nel senso di una polaroid stampata nel cervello, che ogni qualvolta pensiamo a quel libro è l’immagine che torna subito alla memoria. L’immagine di un cuore dentro un vaso blu indaco avvolto in una sottoveste di seta e riposto nel guardaroba di un palazzo è la polaroid di Passione di Jeanette Winterson. In questo caso l’immagine viene preceduta dal rumore del battito del cuore, un battito che segnala la propria presenza a chi lo sta cercando per averlo indietro. Sulla prima pagina ho appuntato “agosto 2000, Torre dell’Orso”, e ricordo ancora lo scoglio su cui lo lessi d’un fiato in giorni di inusitato freddo. Un libro allora esaurito che scovai tra le pile di remainders alla Festa dell’Unità di Bologna: lo avevamo rincorso in tante, ne comprai copie per tutte.  È una storia nelle storie, vita e vite che si intersecano in modo concentrico negli anni dell’Impero di Napoleone, esistenze umili, forti ed erranti tra Francia, Italia e Russia. Amori scialbi e passioni devastanti sulle città dai mille riflessi. E Villanelle, veneziana nata coi piedi palmati, si veste da uomo per lavorare al casinò evitando così l’arruolamento nella panetteria del patrigno in una Venezia napoleonica. Di Passione il fantastico e il surreale, i colpi di scena e le tinte forti da paesaggismo inglese si alternano a protagonisti la cui vita batte di riga in riga. Ma le pagine che parlano di Venezia mettono nel cuore una malinconia e uno struggimento grande per paesaggi perduti: Questa è la città dei labirinti. Puoi spostarti tra gli stessi due punti ogni giorno della tua vita e non fare mai la medesima strada. Se ti capita, è certamente per errore. Il tuo fiuto da segugio non ti servirà a nulla in questa città. Il corso che hai seguito per imparare a leggere la bussola si rivelerà inutile. Le tue indicazioni precise condurranno i passanti in campi che non hanno mai sentito nominare, verso canali che nemmeno le guide turistiche conoscono. Dovunque ti dirigi, la meta è sempre di fronte a te, ma non ti sarà mai possibile proseguire diritto.  Sembra la vita questo ritratto di una Venezia che non c’è più. Come direbbero i navigatori in mano ai turisti che oggi camminano esausti nella notte tra calli e campielli, you are lost.

 

Polaroid, Simone De Beauvoir

Polaroid, Janet Frame

Polaroid, Goliarda Sapienza

Polaroid, John Berger

Polaroid, Jonathan Coe

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design