• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Solo parole esatte
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per categorie
Poesia
Venerdì in versi
Critica poetica
Emily Dickinson
Costumi
Manuale di sopravvivenza
Amore ma anche no
Cucina Intelligente
Viaggi
Sesso sesso
Attualità
Società
MediaWeb
Polis
Sport
Scienza
Editoriale
Scritture
Racconti
In 10 righe
Pensieri Letterari
Storia
Cultura
Cinema
Libri
Musica
Arte Arti
Teatro
Fotografia
La Redazione
Concorso letterario ellerì
Senza categoria
Immagini
{ "homeurl": "http://www.larivistaintelligente.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "block", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "auto", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 2, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": " Forse intendevi?", "defaultImage": "http://www.larivistaintelligente.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 1, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 1, "overridewpdefault": 1, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "left", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "bounceIn", "vresultanimation": "rollIn", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 1100, "iitemsHeight": 400, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "bounceIn", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }
Siamo tutte mignotte
Foto di Giovanna Nuvoletti
Quando si verificano episodi di molestie o violenze ai danni di donne (e anche uomini), vivendo negli Stati Uniti ma essendo italiana, mi sembra sempre di trovarmi in due universi distanti anni luce e destinati a non incontrarsi mai.
Due ragazze vengono violentate da due carabinieri in divisa e in servizio? E’ colpa loro perché erano ubriache. Lo dicono tutti. O quasi. Qualcuno lo pensa ma vuole fingersi un po’ più moderno e ammicca. Lo dicono soprattutto le donne. Quelle che sanno sempre come vestirsi, come comportarsi, come farsi rispettare, come emanare santità a destra e manca, come non avere mai vent’anni, come avere tette grandi ma “le copro e le nascondo”. Lo dicono e poi, un secondo dopo diventano paladine contro l’Islam e il burqua e il burquini e il velo a meno che non sia Chanel.
Tredici donne, in circa vent’anni, denunciano, subito, abusi e violenza inflitti dall’uomo forse più potente di Hollywood, un giornale lo racconta oggi, perché finalmente ha le prove, e la colpa di chi è? Ma delle attrici, ovvio. Che di sicuro volevano usare il sesso per far carriera. Che hanno costretto Harvey a scoparle mentre lui guardava la foto di sua moglie e dei suoi figli. Quelle sgualdrine. Invece di sposarselo un produttore, come ha fatto Sophia Loren. Invece di essere oneste. Sgualdrine. E tu provi a spiegare che non è andata cosi. Che in tutti i casi denunciati (da DECENNI) non c’era consenso e che lui ha pure patteggiato ben otto volte. Tu provi a spiegare che il punto NON è rifiutare l’offerta indecente. Il punto non e’ dimostrare santità. Il punto e’ che chi, soprattutto se in una posizione di potere, usa questo potere per trarre vantaggio (sessuale o di altro tipo) da persone in posizione di inferiorità gerarchica, e che si aspettano solo di lavorare, deve essere denunciato punito. La proposta indecente, l’abuso, la molestia, la mano sulla tetta o sul culo, sono il problema. Non se la vittima cede o non cede. Il problema è l’abuso di potere agito a scopo sessuale.
A me sembra un concetto chiaro vivendo qui in USA e sentendo tutti ripeterlo. Tutti che applaudono e sostengono le donne. Nessuno che le insulta. Nessuno che chiede cose idiote tipo “perché dopo vent’anni”. Nessuno che parli senza aver letto gli articoli del New York Times e del New Yorker. O pochi. E quelli che stanno dalla parte del produttore si trovano ricoperti di indignazione.
In Italia no. In Italia oggi sono tutti d’accordo: dalla signora Aspesi alla signora Lucarelli, dalla signora Luxuria al signor Sallusti, dalla “signora mia queste ragazze di oggi” al “lui sara’ un maiale ma Asia Argento, vuoi mettere, antipaticisssima”. Tutti insieme, in un coro che, a confronto quello di Santa Cecilia, è il karaoke del Bar dello Sport. Tutti in coro a dire cose banali, scontate, false o che non sono più in voga dal 1945 insieme alle calze di seta. In Italia, l’attenzione magicamente si sposta da un molestatore stupratore, alla santità che le donne devono esercitare come viatico per il paradiso.
E poiche’ non riesco a non pensare che 20 anni di Silvio Berlusconi e bunga bunga abbiano lasciato dei segni indelebili di tribalismo nella nostra societa’, tremo al pensiero di ció che Trump potrà fare durante la sua presidenza.
Ci sono donne che oggi ci marciano o hanno usato il produttore per fare carriera? Certo. Ma ci sono donne, molte, di cui lui ha abusato – forse dovremmo stabilire che “provarci” è già un abuso – e che sono vittime. Ribadire che l’Italia è un paese di sante e navigatori e poeti, e tutti gli altri sono cattivi, fa solo ridere. O piangere.

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design