• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Sogno infranto
Alberto Sordi in "Un americano a Roma" (1954)

Sogno infranto

scritto da Rosario Pennone

Masticando l’ultima forchettata sbircio furtivamente le manine del piccolo bipede di sesso femminile che da sei anni e otto mesi si è impadronita di buona parte della mia vita.
Cincischiano le manine, chiaro segno di inappetenza, c’è speranza… è un ragù improvvisato, infrasettimanale, ma dignitoso.
Fingo indifferenza e mentre con la mano destra, complice un pezzo di pane, raccolgo dal piatto gli ultimi residui di sugo, con l’occhio sinistro vedo le manine dividere il piatto a metà: è fatta! Sono il primo ricettacolo degli avanzi di cibo (anche masticati) di mia figlia, quel mezzo piatto mi spetta di diritto.
Bevo un sorso di birra pregustando il piacere; inspiro, predispongo l’apparato fonatorio, il fiato raggiunge le corde vocali, il cervello fra milioni di combinazioni elabora la frase: “La mangio io” e manda l’impulso, apro la bocca e…
“Se non la vuoi non la mangiare, la mangi stasera.”
La voce della mamma è Cassazione. Taccio.
Fine del sogno.

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design