• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Solo parole esatte
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per categorie
Poesia
Venerdì in versi
Critica poetica
Emily Dickinson
Costumi
Manuale di sopravvivenza
Amore ma anche no
Cucina Intelligente
Viaggi
Sesso sesso
Attualità
Società
MediaWeb
Polis
Sport
Scienza
Editoriale
Scritture
Racconti
In 10 righe
Pensieri Letterari
Storia
Cultura
Cinema
Libri
Musica
Arte Arti
Teatro
Fotografia
La Redazione
Concorso letterario ellerì
Senza categoria
Immagini
{ "homeurl": "http://www.larivistaintelligente.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "block", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "auto", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 2, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": " Forse intendevi?", "defaultImage": "http://www.larivistaintelligente.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 1, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 1, "overridewpdefault": 1, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "left", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "bounceIn", "vresultanimation": "rollIn", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 1100, "iitemsHeight": 400, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "bounceIn", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }
Una telefonata di mattina
Foto di Giovanna Nuvoletti

 

La poesia crea il mondo, lo sappiamo, ma, se la poesia che stiamo leggendo è di Anna Toscano, di mondo ne crea molto di più. Sporge improvvisa dalla carta, con oggetti di ogni giorno, luoghi carissimi o esotici, luci veneziane e volti stanchi; tutto, tira fuori di tutto, dall’universo che abita nella tasca del suo grembiule dorato. Poi spande profumi che conosci da sempre, ti prende per il gomito, ti trascina con sé.

Anna poi diventa te e scopri che ha vissuto la tua vita, te la porge lì come nuova, tutta colori e dolori. E’ chiaro che non potrebbe descrivertela non ci fosse stata dentro, lei, da sempre, lì con te, in te, a ridere le tue risa, asciugarsi le tue lacrime. Hai nostalgia dei suoi amori sconosciuti che ti scavano il petto, sapienti.

I suoi ricordi diventano tuoi, riconosci la nonna e la zia. Versi con loro il caffè nella tazzina blu. Muori giusto un poco. Bevi tocai, poti bonsai, sali con lei su un tramvai per l’Uruguay – e sei nei guai, ridendo con lei dei segreti minimi della parola. La sua rima scherza spesso, ma a volte urla, con le amiche assonanze – e te ne accorgi solo dopo.

Anna, in una sua poesia, afferma di non saper scrivere poesie lunghe. I versi in effetti sono pochi, anche corti, e piccole le parole. Ma tu puoi abitarci un giorno intero, un giorno vero, perché lei l’infinito lo sa rimestare. Per questo, ho dovuto leggerli molto lentamente, e scriverne ancora più piano.

E’ chiaro che quanto ho scritto qui sopra non possiede i crismi della critica letteraria. Con l’opera di Anna non ho armi – sono nuda – come mi auguro accadrà a voi, che senz’altro correrete a leggerle, subito.

Cominciate da questa, che è la sua poetica:

 

IO CON LE PAROLE

Io con le parole faccio cose

con le parole svuoto una stanza

con le parole compio una danza

cucino un risotto, vado al ridotto.

Con le cose faccio parole:

scelgo un baule

e lo riempio di sillabe nuove

 

Non credo questo succeda solo a me, ma a chiunque, uomo o donna che sia, abbia la fortuna di saper leggere poesia. Il più grande onore, dopo il poterla creare

 

Anna Toscano “Una telefonata di mattina”, prefazione di Valeria Viganò. Editore Tempo Libro. 78 pagine, 12 euro.

 

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design