Caricamento

Digita la ricerca

Cucina Intelligente

Benedetta Parodia

PAOLA GUAZZO
4.476 visite


Io son Benedetta

e nacqui interdetta
all’arte provetta
de La Cotoletta

Non v’era ricetta
per me, poveretta:
– Non son così oca
da farti da cuoca –
urlai al mi’ marito
il diniego proibito

Eppure, un bel giorno,
‘no chef di Livorno
mi fece capire
la via da seguire

“Io penso al vaino –
fancul l’arrostino”
ti sia da ricetta,
gentil Benedetta

Mi diedi da fare:
maldestro impastare
e infin l’intubare
nel rio micronde
che sempre diffonde
la Mistica Rosa
su chi è casalinga,
ma un poco riottosa

Ne fui illuminata,
girai la frittata:
divenni assai brava
con torte e tortini,
spaccai in tivù
cocendo l’sartù

Sì, feci quattrini
con due pasticcini

Or, com’è normale,
io sono assai ricca,
c’ho del personale
che frigge ‘l guanciale
e assai mi cucina,
in casa e in giardino,
sautet di gallina
col bel risottino

Secca è la sfoglia,
grassa è la via.
Dite la vostra:
io son Parodia.

Tags:
Successivo

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *