Caricamento

Digita la ricerca

Società

Venerdì 17 in bisestile

CLAUDIO PETRUCCIOLI
2.904 visite

 

Venerdì 17 in un febbraio bisestile cade ogni 28 anni – prima di questo l’ultimo era stato nel 1984; il prossimo sarà nel 2040 – con questo io ne ho visti tre; è altamente improbabile che veda il quarto – per vederne 4 bisogna nascere in un anno bisestile o molto vicini a un anno bisestile – per esempio, oggi è il quarto venerdì 17 in un febbraio bisestile per chi è nato nel 1928, ovviamente prima del 17 febbraio, e ha, quindi, ottantaquattro anni.
Auguri. Cinque, invece, almeno per ora sono quasi impossibili. Bisogna arrivare almeno a 112 anni. Possono sperarlo i giovani che, almeno in questo se non per il lavoro e la pensione stanno meglio di noi vecchietti.
Auguri anche a loro.

Tags:
CLAUDIO PETRUCCIOLI
CLAUDIO PETRUCCIOLI

Nella vita ho fatto molte cose, ho avuto esperienze diverse, ho conosciuto tantissime persone; alla mia età (sono nato nel 1941) possono dirlo più o meno tutti. Mi piacciono molto le esplorazioni di luoghi poco frequentati perché i più preferiscono evitarli Ci sono stati momenti in cui sono stato “famoso”. Ad esempio nel 1971 quando a L’Aquila ci furono moti per il capoluogo durante i quali furono devastate le sedi dei partiti, compresa quella del Pci, di cui io ero segretario regionale. Ma, soprattutto, nel 1982 per il cosiddetto “caso Cirillo”, quando l’Unità pubblicò notizie sulle trattative fra Dc, camorra e servizi segreti per la liberazione dell’esponente campano dello scudo crociato sequestrato dalle BR. Io ero il direttore de l’Unità e mi dimisi perché usammo un documento “falso”; che, però, diceva cose che si sono dimostrate, poi, in gran parte vere. Sono stato in Parlamento e nella Segreteria del Pci al momento in cui cadde il Muro di Berlino, e anche Presidente della Rai. Con queste funzioni sono stato “noto” ma non “famoso”. La fama te la danno i media. Io, durante il caso Cirillo, ho avuto l’onore di una apertura su tutta la prima pagina de La Repubblica: “Petruccioli si è dimesso”. Quanti altri possono esibire un trattamento del genere? PS = Una parte di queste avventure le ho raccontate in “Rendiconto” (Il Saggiatore) e “L’Aquila 1971” (Rubbettino)

  • 1
Precedente
Successivo

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *