• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Dici che i direttori devono scrivere gli editoriali? Anche le direttore? Io? Allora mi ci metto, tiro su le maniche del cervello, e digito digito. Un editoriale, in genere, contiene autorevoli e lucide indicazioni sul mondo, anzi, è pensato per offrire ai lettori occhiali ben tarati. Ma io non raddrizzo le gambe ai cani, non addito futuri inevitabili, non pontifico – perché, sì il mondo cambia di continuo, è vero, ma mai come ci aspettiamo noi. E non siamo mai noi a cambiarlo, ma spinte e controspinte che seguono algoritmi deliranti, forze invisibili, i battiti delle ali di molte farfalle, impulsi che in noi agiscono ma di cui non siamo a conoscenza. Per non dire dei cambiamenti attuali. Il mondo che come sempre si rovescia, e come sempre ci sembra la prima volta. Usa e Gran Bretagna nei guai. E insieme Grillo e Le Pen che sfioriscono di botto. La politica occidentale, fra Grand Guignol e possibile rinascita. Intorno, la violenza fatta fede massacra per un dio feroce, e neanche questa è la prima volta.
O le molte vittorie web della stupidità sull’intelligenza, dell’ignoranza sulla cultura, e, soprattutto, della cattiveria sulla bontà. Di intestino e bile sul cuore. Ma forse è solo apparenza. Il web esalta stupidi e cattivi, ma mette in contatto gli altri: monta le fake news, e ci dà gli strumenti per smontarle. Nel frattempo, 72 paesi hanno raggiunto l’Obiettivo di Sviluppo del Millennio: dimezzare la proporzione delle persone sottoalimentate. Quindi, non tirerò conclusioni. Ho opinioni fermissime, passioni globali – faccio follemente il tifo per varie cause. Ma se le dico magari non vi piacciono, e mi scrivete le brutte cose – perché io sono di sinistra moderata, molto femminista, vagamente teista, credo nel dovere, nella volontà personale e nel coraggio, detesto i vittimismi. Inoltre, mi considero molto intelligente. Non voglio convincere nessuno, però. Anzi, se mi dite come la vedete voi ve ne sarò grata – come sempre nel vostro abituale linguaggio civile, educato, tranquillo, lievemente ironico.

Commenta su Facebook!

Dieci passi in Ellerì
Mameli segreto
Madrid mi corazón
Sacra Ruota
Masterpiece, si pronuncia Masterpiss

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design