• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente
Solo parole esatte
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per categorie
Poesia
Venerdì in versi
Emily Dickinson
Critica poetica
Costumi
Manuale di sopravvivenza
Amore ma anche no
Cucina Intelligente
Viaggi
Sesso sesso
Attualità
Società
MediaWeb
Polis
Sport
Scienza
Editoriale
Scritture
Racconti
In 10 righe
Pensieri Letterari
Storia
La Redazione
Concorso letterario ellerì
Cultura
Cinema
Libri
Musica
Arte Arti
Teatro
Fotografia
Senza categoria
Immagini
{ "homeurl": "http://www.larivistaintelligente.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "block", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "auto", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 2, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": " Forse intendevi?", "defaultImage": "http://www.larivistaintelligente.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 1, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 1, "overridewpdefault": 1, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "left", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "bounceIn", "vresultanimation": "rollIn", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 1100, "iitemsHeight": 400, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "bounceIn", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }

 

Tenera no, non lo sembrava, ma lo era, a modo suo, come tutti i felini. Attrice già in culla, poi soubrette, così bella da poter superare le dive del cinema, ma umile nella sua passionalità. Passione per il teatro e per la giustizia. Donne, e carcerati i suoi protetti. Con Marisa Ricordi, moglie di Nanni, fondò Soccorso Rosso a sostegno dei detenuti, politici e non. Un notevole brandello di Milano è stato morso via oggi, assieme a lei. Una città ormai dissanguata dei suoi figli migliori, di un’epoca dimenticata da chi ormai vive in una città diversa. Oltre alla scena, dove regnava quasi con ferocia, curava la casa editrice, il sito con tutte le opere di Dario e sue, la catalogazione dei dipinti, dei premi. Un lavoro infinito. Pia, sua sorella era la moda per il teatro, Fulvio, fratello di Dario, amministratore di gran classe. Una fusione calda tra due famiglie che erano l’essenza stessa dell’arte in tutte le forme, specie quelle non ancora esistenti. Ma il vero grande amore è e sarà sempre Jacopo. Giovanissimo scappò in campagna quando il peso di tanta genitura si fece forte e solo la madre lo sostenne finché le loro terre umbre divennero un regno di felicità, un Paese delle Favole Realizzate. Una fusione amniotica tra arte, amore, politica. E tradimenti così numerosi da provare le forze di qualunque moglie. Ma lei no. Rese la pariglia e inventò la coppia aperta. Aperta sì, ma le chiavi le aveva Franca. Quante ragazze si sono formate ai suoi seminari, dopo essere state esaminate come possibili rivali, quanto profonda è la traccia segnata dalla sua propria drammaturgia, ben diversa da quella di Dario, incentrata sul personale/politico, sull’esplosione dei ruoli di genere in un’epoca che così bene rappresentò. Fino alla tragica esperienza del rapimento e dello stupro raccontati in teatro più avanti, con infinito coraggio. Nessuno sapeva dove abitassero i Fo in quegli anni: il pericolo era reale. Eppure, vigliacchi, l’aspettarono e la ferirono duramente.
Ha pagato prezzi sostanziosi, ma ha vinto ogni giorno, riempiendo molte vite oltre la sua. Coi suoi occhialoni, lo chignon biondo, quella voce roca, quasi una Cardinale albina e la grinta di ferro, a coprire un cuore senza confini. Un’attrice unica, gelida e ironica, appassionata e distaccata, sexy e intelligente come poche osavano essere. Rosa i suoi orecchini preferiti, di corallo “pelle d’angelo”. Un angelo tosto, che ci ha insegnato quasi tutto.
Non c’è attrice milanese, Melato compresa, che non abbia guardato a Franca come al più fulgido esempio di originalità, di personale fascino, di forza. Oggi il teatro è donna, anzi: è La Franca.

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design