• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Fino a poco tempo fa Facebook era il babau dei media classici.
Sentina di ogni vizio, ritrovo di subdoli violentatori e aperti inneggiatori al male. Di spellatori di cani vivi e assassini di vecchiette. Di deficienti bimbiminkia, di estremisti e di truffatori. Tant’è che in certi ambienti appena accennavi a un “io sono su fb”, venivi guardata con orrore. Polla, disoccupata, sfigata, perditempo, narcisista…. leggevi queste definizioni scorrere nella testa dell’interlocutore medio. L’unica salvezza alla esclusione sociale era specificare: “ma ho una privacy altissima, e solo 32 contatti”.
Adesso invece se, spolverandoti le unghie, lasci cadere un “io sono su Twitter”, sei ammirata di colpo. Ooooooh! Tu, autentica rappresentante del “popolo del web”, ultramoderna, a contatto dei vip, al centro di ogni comunicazione che conti. Tu, per quanto praticamente centenaria, diventi una giovane ad honorem.
“Cara, ma come ci si va? Mi spieghi come funziona? E quanti follower hai?
Cosa pensi della posizione antiTwitter di Michele Serra?”
Essendo persona dedita alla sintesi estrema, glielo definisci in 140 secche battute. E te ne torni al desk. Solo lì ti capiscono.

Commenta su Facebook!

Dieci passi in Ellerì

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design