• La RIvista Intelligente
  • social networks lri
La Rivista Intelligente

Se dico norma che vi viene in mente?
Una regola, un’imposizione, uno standard? La dittatura della maggioranza sulla varietà?
A me per esempio, che evidentemente a quanto sopra sono refrattaria al punto di rimuovere il concetto stesso, fa comparire all’istante un ricordo olfattivo e sonoro: la Callas a tutto volume in un giorno d’estate, io che ci canticchio dietro, profumo di melanzane e pomodori freschi.
Salsa che sobbolle, le melanzane a fettine sottili spurgate e asciugate che friggono in padella, l’acqua per la pasta che inizia a gorgogliare.
Tagliavo a pezzettini metà delle melanzane, l’univo a metà della salsa, ci saltavo dentro gli spaghetti, poi tutto in una zuppiera con sopra il resto del sugo e delle fettine fritte, una grattata di ricotta affumicata e via.
Nel frattempo Maria continuava a cantare, e i vetri della credenza vibravano facendo tintinnare i bicchieri, e a me venivano i brividi, nonostante il caldo, e sentivo salire un languore che non era solo fame.
Ecco cos’è Norma, per me.
Estate, profumi e musica.
E un ricordo di Catania nel cuore.

(un grazie profondo al papà di Luchino che me l’ha fatta assaggiare la prima volta)


 

Commenta su Facebook!

Libri

  • Compra Dove i gamberi d'acqua dolce non nuotano più di Giovanna Nuvoletti
  • Compra L'aquila 1971 anatomia di una sommossa di Claudio Petruccioli
  • Compra L'era del cinghiale rosso di Giovanna Nuvoletti
  • Compra La scomparsa dell' alfabeto di Valeria Viganò

  Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Roma, n.134 del 27 maggio 2013.


Parte del materiale fotografico sul sito LRI proviene da Internet. Soggetti o autori possono esercitare la volontà di rimuoverlo, segnalandola allo staff editoriale grazie al modulo di contatto nel menù redazione.


Cristina Cilli Content Project Manager & Web Copywriting    Franco Oliveri WebDesign & Graphic Design